PUBBLICAZIONI | McQueen boulevard

McQUEEN BOULEVARD

Leonardo Principe - un giovane modello milanese - è bellissimo ma fragile. Fa marcire dentro di sé una vita balorda, ma continua a cercare. Per dirla con Italo Calvino cerca e tenta di riconoscere "chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno". È per questo che, in mezzo a tante sofferenze e a tanto disgusto per le cose che vede e che fa, questo Piccolo Principe ha lo spazio per cercare una pagina bianca, una luce, una rivelazione. Steve McQueen, il ribelle, il dannato, diventa l'angelo protettore di Leo, gli indica la strada. La star che si reincarna nella vita del giovane Leo testimonia il desiderio di non sparire da quel meraviglioso rettangolo verde che è la vita, rappresenta la speranza di tornare, di riprovarci, di avere una seconda opportunità. Perché in fondo, malgrado tutto il male che possiamo fare e che possiamo farci, è dannatamente vero che "le cose migliori che facciamo rimangono per sempre".

(Olivio Romanini - Cronaca di Bologna del Corriere della Sera)