PUBBLICAZIONI | ISTRUZIONI PER UN FATTORE

Istruzioni per un fattore

Onnipresente figura è quella del ‘fattore’, implicitamente o esplicitamente evocata nei testi di agronomia oltre che nei contratti agrari e nella statutaria cittadina. Nel testo che qui si pubblica, è lui a occupare da protagonista il centro della scena. A lui si rivolgono minuziose e dettagliate istruzioni su come comportarsi nello svolgimento del suo delicato lavoro, nel suo ruolo strategico di ‘mediatore’ fra interessi, culture, linguaggi diversi. Prestiamo allora particolare attenzione a un testo ‘minore’ come questo, al tono diretto e concretissimo dei consigli e delle riflessioni su come, in particolare, si debbano trattare i contadini. Il fattore, è ovvio, deve stare dalla parte del padrone; meno ovvio è che gli si suggerisca di istruire con modestia i contadini, e in fondo, il fatto stesso di volerli istruiti, in una società che affidava spesso all’ignoranza il compito di smussare i motivi di conflitto, per un quieto mantenimento dell’ordine sociale.
È l’espressione forse più suggestiva di cosa significhi essere un ‘mediatore culturale’.
Massimo Montanari

Con scritti di:
ARMANDO ANTONELLI, MAURO CARBONI, MARINA FOSCHI, MASSIMO MONTANARI, ANTONIO NICOLI, DANIELE PASCALE, FILIPPO RIBANI
Note sul lessico di PAOLO PASCALE