PUBBLICAZIONI | Con il mare a sinistra

Con il mare a sinistra

Una donna toglie dalla sua borsa le chiavi di casa, della macchina, il cellulare; mette dentro una manciata di soldi, un pezzo di pane, un cambio di biancheria e se ne va. Prima con treno e autobus, poi a piedi, percorrerà la Francia del sud, la Spagna, il Portogallo, senza un punto d'arrivo prestabilito, ma con un unico riferimento: tenere il mare a sinistra, per essere certa di allontanarsi. Il lettore scoprirà i motivi di questa scelta pagina dopo pagina, attraverso le riflessioni di chi lei ha lasciato e nelle impressioni di chi la incrocia sulla sua strada.
Un viaggio reale e interiore; dolente e leggero; segnato dagli incontri quanto dagli eventi atmosferici. Un vero viaggio.


"Respirava piano, era concentrata su una tranquillità totalmente vuota.
Teneva sgombra la mente da ogni possibile pensiero e non era difficile: solo respirare e lasciare che le immagini, il mare, il sole della giornata quasi primaverile, la gente e le voci, tutto scorresse come acqua intorno a lei.
Non era difficile".