Novantotto

 17,00

Valerio Cervetti

ISBN: 9788831929967
Categoria: Tag:

Descrizione

Cento anni, un tempo infinito, durante il quale ogni cosa può accadere in una grande famiglia.
Qualcuno emigra per andare a lavorare in miniera in America e dopo sessant’anni, invece, qualcun altro ci andrà per studiare e per vivere un’altra esperienza di famiglia.
Chi era sceso in strada per protestare per le condizioni di vita miserabili, diventerà uno che illumina il mondo con il suo lavoro di elettricista e poi si opporrà alla dittatura che è costretto a subire.
Chi ha studiato, unico in famiglia, andrà in guerra, sarà fatto prigioniero e quando tornerà in patria vivrà lo spaesamento più angosciante. Aveva creduto nel riscatto sociale, si troverà disarmato di fronte a una Italia lacerata e tuttavia non perderà la speranza in un mondo migliore.
A guerra finita, il lavoro intreccerà le vite di un uomo e di una donna; il loro figlio, miracolo d’amore, con la passione per la storia e per il racconto raccoglierà le tracce di ogni destino familiare.

Un nonno racconta al nipote la vita di chi lo ha preceduto e i luoghi dove affondano le radici della sua famiglia. Riflettendo sul rapporto tra la storia e i singoli individui, dove i destini individuali e collettivi si intersecano e si influenzano, la narrazione si snoda fra le generazioni e gli accadimenti del secolo passato. Nel racconto conosceremo il narratore anche come figlio e nipote, vivendo con lui la scoperta del mondo.
Studierà, lavorerà, svilupperà una coscienza civile, farà politica, si innamorerà, imparando nel frattempo che al mondo si vince e si perde.
Un affresco familiare che diventa una memoria storica vivida e coinvolgente, e che si legge con l’appagante sottofondo della musica lirica.

 

Informazioni aggiuntive

Dimensioni 21 × 14 × 1.6 cm
Autore

Anno

2021

Pagine

342

Illustrazioni

No

Rilegatura

Brossura